MASTER SUL DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA

MASTER SUL DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA

Items Sold: 35

Master 12 lezioni (6 giornate – 42 ore in aula)

Formazione continua avvocati: 15 crediti formativi

Milano: 30, 31 ottobre; 6, 7, 13, 14 novembre 2015
Roma: 20, 21, 27, 28 novembre; 11, 12 dicembre 2015

Per qualsiasi dubbio sulla procedura di ISCRIZIONE ON LINE, telefoni al n. 392 2350234

In alternativa, clicchi per scaricare il MODULO CARTACEO 

Richiesta informazioni


Vuole iscriversi offline? Clicchi e scarichi il modulo

Descrizione prodotto

Formazione continua avvocati: 15 crediti formativi

Al termine del corso verrà rilasciato ad ogni partecipante un Certificato da esibire al proprio Ordine di appartenenza per il riconoscimento dei crediti formativi
–> Cliccare per maggiori informazioni sulla Formazione Continua degli Avvocati

Il Master Lexenia sul Diritto penale dell’impresa offre una straordinaria possibilità di specializzazione che, per la fama e il livello dei docenti e la condensazione dei temi in un arco limitato di giornate, costituisce un unicum nel panorama formativo nazionale. Oggetto del Corso è l’approfondimento – per mezzo dell’integrazione fra teoria e prassi e fra il diritto sostanziale e la procedura – di uno dei settori penalistici a più alto tasso di specialismo tecnico, al fine di formare avvocati e giuristi in genere, in grado di:

  • affrontare tutti i problemi di natura penale che interessano la vita delle imprese;
  • confrontarsi professionalmente con gli specialisti di altri settori di rilievo aziendale: diritto societario, fallimentare, del lavoro, tributario, edilizio, ambientale, amministrativo, comunitario, informatico, agroalimentare.

La frequentazione del Master è inoltre utile agli stessi imprenditori, oltre che ai loro dipendenti, e ai manager, giacché la conoscenza delle normative penali è indispensabile per assumere le scelte aziendali e attuarle nel rispetto delle vigenti regole.

Anche il giurista d’impresa, è chiamato a svolgere un’attività di consulenza preventiva ogniqualvolta l’impresa abbia necessità di porre in essere operazioni economiche, commerciali o industriali e la legge imponga l’osservanza di precetti e adempimenti che, se violati, comportano implicazioni di carattere penale.

La specializzazione e l’acquisizione di precise conoscenze interdisciplinari sono infine di grande utilità ai giovani laureati o professionisti che intendano diversificare la propria attività o ritagliare un settore operativo di crescente rilievo.

Ciascun tema sarà esposto attraverso la casistica giurisprudenziale, accompagnata dai suggerimenti pratici, gli accorgimenti e le tecniche argomentative. I partecipanti potranno liberamente interloquire con Docenti che attingono direttamente ad un’esperienza professionale che li ha resi protagonisti del Diritto penale italiano: come organo giudicante, organo inquirente o rappresentante della difesa. Basti pensare all’attenzione che il Programma dedica all’infiltrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico italiano; tema, questo, affidato a due lezioni di Antonio Ingroia; o alla problematica, più che mai attuale, dei reati agroalimentari, per la quale Lexenia ha l’onore di presentare come docente l’ex procuratore Gian Carlo Caselli, oggi Presidente della Commissione sulla Riforma dei reati agroalimentari voluta dal guardasigilli Andrea Orlando; nonché alla scelta mirata di ciascun altro relatore, che fa del Master Lexenia un’esperienza formativa, culturale ed etica senza precedenti.

Prima giornata

10.00-13.30 Reati edilizi e responsabilità d’impresa (Paolo Scognamiglio)
14.30-18.00 I reati fallimentari (Paolo Scognamiglio)

Seconda giornata

10.00-13.30 Il diritto penale del lavoro. Tutela penale della sicurezza sui luoghi di lavoro (Roberto Ceroni)
14.30-18.00 Il sistema di responsabilità amministrativa dipendente da reato (d. lgs. n. 231/2001) (Daniele Vicoli)

Terza giornata

10.00-13.30 Reati ambientali e responsabilità d’impresa (Alessio Scarcella)
14.30-18.00 I reati di mafia (Antonio Ingroia)

Quarta giornata

9.30-13.00 I reati tributari: aspetti sostanziali (Alfredo Montagna)
14.30-18.00 I reati tributari: aspetti processuali (Michele Caianiello)

Quinta giornata

10.00-13.30 L’antiriciclaggio. Il processo di prevenzione (Antonio Ingroia)
14.30-18.00 I reati agroalimentari (Gian Carlo Caselli, Stefano Masini)

Sesta giornata

10.00-13.30 Crimini informatici e prova digitale (Antonio Gammarota)
14.30-18.00 La responsabilità penale delle società (Andrea Perini)

Prima giornata

Milano: venerdì 30 ottobre 2015
Roma: venerdì 20 novembre 2015

Reati edilizi e responsabilità d’impresa (10.00-13.30) 
Docente: Dott. Paolo Scognamiglio

I reati edilizi : l’oggetto dei reati
Le varie figure di reato
Interventi abusivi nelle zone sottoposte a vincolo
L’elemento soggettivo dei reati
I soggetti attivi dei reati edilizi
Le responsabilità delle imprese nei reati edilizi
L’impresa esecutrice
L’impresa affidataria
Il subappaltatore ed il subappaltante
Il fornitore di prefabbricati
Prestatori di lavoro subordinato
Direttore dei lavori, direttore di cantiere e responsabilità imprenditore
La delega e la responsabilità dell’impresa
Sentenza di condanna ed ordine di demolizione
L’inottemperanza all’ordine di demolizione e le responsabilità dell’imprenditore
Sanatoria, oblazione ed estinzione dei reati per i singoli concorrenti
La lottizzazione
Lottizzazione, confisca e diritti dei terzi
Lottizzazione, prescrizione e diritto comunitario

I reati fallimentari (14.30-18.00)
Docente: Dott. Paolo Scognamiglio

I caratteri generali dei reati fallimentari
La bancarotta fraudolenta patrimoniale prefallimentare
L’occultamento
La dissimulazione
La distruzione
La dissipazione
L’esposizione od il riconoscimento di passività inesistenti
La distrazione
La bancarotta fraudolenta documentale
La bancarotta preferenziale
La bancarotta semplice
Le circostanze nei delitti di bancarotta
I reati del curatore fallimentare
Responsabilità dei componenti del collegio sindacale
Le disposizioni processuali
Disciplina civilistica del fallimento e riflessi in materia penale

Seconda giornata

Milano: sabato 31 ottobre 2015
Roma: sabato 21 novembre 2015

Il diritto penale del lavoro. Tutela penale della sicurezza sui luoghi di lavoro (10.00-13.30)
Docente: Dott. Roberto Ceroni

Il diritto penale del lavoro: fonti normative di riferimento. Dai testi unici alle disposizioni codicistiche.

Gli infortuni sul lavoro. Complessità processuali e sostanziali nella ricostruzione probatoria: dalla conoscenza della notizia di reato, ai termini di indagine, dall’individuazione dei profili di colpa, alla ricognizione del nesso causale.

Le malattie professionali. Dai procedimenti in materia di malattie asbesto-correlate, alle nuove frontiere delle muscolo-scheletriche ed altre patologie neoplastiche: gli step necessari per l’acquisizione del necessario impianto probatorio, con connesse difficoltà e limiti.

I soggetti responsabili: dal datore di lavoro al lavoratore. La delega. Posizioni di fatto e di diritto.
Responsabilità degli enti e relativa prova liberatoria.

Il sistema di responsabilità amministrativa dipendente da reato (d. lgs. n. 231/2001) (14.30-18.00)
Docente: Prof. avv. Daniele Vicoli

I presupposti della responsabilità amministrativa dipendente da reato: i reati presupposto; i requisiti oggettivi e soggettivi.
Il processo penale come sede di accertamento della responsabilità dell’ente.
La dinamica del procedimento: in particolare, l’udienza preliminare; i riti speciali; il giudizio ordinario di primo grado.
Le misure cautelari: i presupposti applicativi; il procedimento di applicazione; i criteri di scelta delle misure; le vicende successive all’applicazione.
Il ruolo dei modelli di organizzazione nell’accertamento della responsabilità dell’ente.

Terza giornata

Milano: venerdì 6 novembre 2015
Roma: venerdì 27 novembre 2015

Reati ambientali e responsabilità d’impresa (10.00-13.30)
Docente: Dott. Alessio Scarcella

Fonti e principi del diritto dell’ambiente
La disciplina dei rifiuti
La tutela delle acque e le altre forme di inquinamento (suolo, atmosferico, elettromagnetico, sonoro)
I nuovi delitti ambientali (Legge 22 maggio 2015, n. 68)
I provvedimenti cautelari incidenti sull’attività d’impresa (in particolare il sequestro preventivo)
Delega di funzioni e responsabilità penale ambientale
Reati ambientali e responsabilità dell’Ente ex d. lgs. n. 231/2001
L’intervento dello Stato nell’attività giudiziaria (“DECRETO ILVA E FINCANTIERI”)

I reati di mafia (14.30-18.00)
Docente: Avv. Antonio Ingroia

Evoluzione storica della giurisprudenza in tema di mafia
L’associazione di tipo mafioso
Il concorso esterno in associazione mafiosa
Il favoreggiamento mafioso
Il voto di scambio politico-mafioso
I reati-fine tipici dell’associazione mafiosa e l’aggravante mafiosa
Tecnica legislativa e supplenza giudiziaria: la soluzione del codice unico antimafia

Quarta giornata

Milano: sabato 7 novembre 2015
Roma: sabato 28 novembre 2015

I reati tributari: aspetti sostanziali (10.00-13.30)
Docente: Cons. Alfredo Montagna

I delitti in materia di dichiarazione
La dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti
La dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici
La dichiarazione infedele
L’omessa dichiarazione
Le rilevazioni nelle scritture contabili e nel bilancio
Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti
L’occultamento o distruzione di documenti contabili
Omesso versamento di ritenute certificate
Omesso versamento IVA
Le modifiche determinate dalla attuazione della delega fiscale

I reati tributari: aspetti processuali (14.30-18.00)
Docente: Prof. avv. Michele Caianiello

Competenza
Materia
Territorio
Domicilio fiscale
La questione della emissione di fatture per operazioni inesistenti
Il luogo di accertamento del reato
connessione

Procedimento
Gli organi accertatori
Gli atti di indagine principali
Sequestro e confisca
Diviato di sospensione del procedimento penale in pendenza del procedimento tributario: il doppio binario
Circolazione delle prove
Rapporto con la procedura amministrativa di accertamento: tempo dell’accertamento e prescrizione del reato

Questioni legate al diritto europeo
Circolazione di informazioni a livello transnazionale per reati fiscali commessi in più territori UE
Ne bis in idem

  • La giurisprudenza CEDU
  • La giurisprudenza della Corte di Giustizia UE
  • Le reazioni della giurisprudenza italiana

La questione di costituzionalità per il reato di omesso versamento IVA (art. 10-ter d. lgs. n. 74/2000)

Quinta Giornata

Milano: venerdì 13 novembre 2015
Roma: venerdì 11 dicembre 2015

L’antiriciclaggio. Il processo di prevenzione (10.00-13.30)
Docente: Avv. Antonio Ingroia

La mafia finanziaria e le politiche statali di contrasto
Genesi e trasformazione della fattispecie di riciclaggio (dalla ricettazione al reimpiego)
La proliferazione delle fattispecie incriminatrici e problemi applicativi La mafia finanziaria e le politiche statali di contrasto
Autonomia e sovrapposizione fra processo penale e procedimento preventivo
La misure di prevenzione personali e reali. Problematiche applicative ed evoluzione normativa
Semplificazioni probatorie e principio di non colpevolezza
Gli strumenti transnazionali per il contrasto al riciclaggio

I reati agroalimentari (14.30-18.00)
Docenti: Pres. Gian Carlo Caselli, Prof. Stefano Masini

Reati alimentari
Reati contro la salute
Nozione di pericolo
Adulterazione e alterazione degli alimenti
Fitofarmaci
Reati a tutela dell’ igiene alimentare
Modalità di conservazione degli alimenti
Art. 5 lettera d, della legge 283/1962
Reati che presidiano la tutela degli interessi commerciali dei consumatori
Trattamento illecito di animali da macello
Reati di frode in commercio

Sesta Giornata

Milano: sabato 14 novembre 2015
Roma: sabato 12 dicembre 2015

Crimini informatici e prova digitale (10.00-13.30)
Docente: Avv. Antonio Gammarota

Reati informatici, reati a mezzo informatico, prova digitale
Fondamenti scientifici, giuridici e tecnici dell’Informatica Forense
La prova informatica tra Convenzione di Budapest e L. n. 48/2008
Indagini e investigazioni difensive in materia informatica
Data retention, intercettazioni telematiche e privacy
La confisca dei beni informatici
Standard tecnici internazionali ISO/IEC 27037:2012 per la prova digitale
Il ruolo del consulente tecnico in materia informatica
La prova digitale nell’Organizzazione aziendale: L. 231/01 e videosorveglianza
La prova informatica nel progetto di European Public Prosecutor’s Office (Procura Europea)

La responsabilità penale delle società (14.30-18.00)
Docente: Prof. Andrea Perini

I soggetti nei reati societari
Cenni sull’Amministratore di fatto
La tutela della comunicazione societaria: le fattispecie di false comunicazioni sociali
La tutela penale del capitale sociale
I reati di infedeltà degli Amministratori: la tutela del corretto funzionamento delle società commerciali
Reati societari e responsabilità degli Enti
La confisca nei reati societari

Pres. Gian Carlo Caselli

Nei primi anni settanta è stato giudice istruttore penale presso il Tribunale di Torino. Dalla metà degli anni settanta sino alla metà degli anni ottanta, ha trattato reati di terrorismo riguardanti le Brigate Rosse e Prima Linea. Nel 1984 ha fatto parte della commissione per l'analisi del testo di delega del nuovo codice di procedura penale e nel 1991 è stato consulente della Commissione Stragi. Dal 1986 al 1990 è stato componente del Consiglio Superiore della Magistratura. Nel 1991 è stato nominato magistrato di Cassazione ed è divenuto Presidente della Prima Sezione della Corte di Assise di Torino. Dal 15 gennaio 1993 fino al 1999 è stato Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palermo ottenendo importantissimi risultati nella lotta alla mafia come l'arresto dei boss Leoluca Bagarella, Gaspare Spatuzza, Giovanni Brusca. Dal 30 luglio 1999 sino a marzo del 2001 è stato Direttore generale del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria. A marzo 2001 è nominato rappresentante italiano a Bruxelles nell'organizzazione comunitaria Eurojust contro la criminalità organizzata. Dopo aver ricoperto il ruolo di Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Torino, viene nominato Procuratore Capo della Repubblica di Torino con voto unanime del Consiglio Superiore della Magistratura il 30 aprile 2008. Autore di numerosi libri di rilevanza nazionale, sui temi della legalità e della giustizia. Nel 2013, a seguito di un'indagine di preferenze, eseguita mediante voto online dal Movimento 5 Stelle, è risultato uno dei candidati alla presidenza della Repubblica. Attualmente, è Presidente della Commissione sulla Riforma dei reati agroalimentari voluta dal guardasigilli Andrea Orlando.

Prof. avv. Michele Caianiello

Professore associato di Diritto processuale penale nell'Universita degli Studi di Bologna, dove insegna anche Procedura penale europea e internazionale. Dal dicembre 2013 è stato dichiarato idoneo nella procedura di Abilitazione Scientifica Nazionale per il ruolo di Professore ordinario. Laureato in giurisprudenza in data 7 luglio 1994, con la valutazione di 110 e lode. Diplomato nel Corso di perfezionamento in Diritto tributario “A. Berliri”, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna, in data 22 luglio 1996. Dottore di ricerca in Procedura penale presso la Facoltà di Giurisprudenza, Università di Bologna, XII ciclo, con tesi su Azione penale e sistemi di giustizia internazionale. Avvocato dal 1998, ha esercitato la pratica forense nell'ambito del diritto penale sino al 2006. Titolare dal 2006 al 2009 del Corso di Diritto processuale penale Facoltà di Giurisprudenza, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma (L.U.I.S.S.). Nel 2009-2010 è stato titolare presso la medesima Università del Corso di Diritto processuale penale internazionale e comunitario, mentre nel 2012 è stato docente, presso lo stesso ateneo, di Procedura penale europea. Fa parte del collegio docenti del dottorato di ricerca in Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna. E’ nell’editorial board dello European Journal of Crime, Criminal Law and Criminal Justice. Ha preso parte a numerosi progetti di ricerca, sia di carattere nazionale che di ambito europeo. Dal 2011 fa parte di un gruppo di ricerca internazionale sul tema del futuro della giustizia penale (The Future of Adversarial and Inquisitorial Systems), con il quale organizza una conferenza con cadenza annuale e ha pubblicato diversi lavori: tra essi si ricorda la cura del volume Preventing Danger. New Paradigms in Criminal Justice, Carolina Academic Press, Durham, North Carolina, USA, 2013. E' autore di tre libri (Poteri dei privati nell'esercizio dell'azione penale, Giappichelli, Torino, 2003; Ammissione della prova e contraddittorio nelle giurisdizioni penali internazionali, Giappichelli, Torino, 2008; Premesse per una teoria del pregiudizio effettivo nelle invalidità processuali penali, BUP, Bologna, 2012), e di oltre 60 pubblicazioni su riviste, enciclopedie e volumi collettanei.

Dott. Roberto Ceroni

Sostituto Procuratore. Magistrato ordinario dal 2004, con esperienze lavorative a Ravenna e Bologna con funzioni di Sostituto Procuratore della Repubblica. Si è occupato di decine processi di criminalità economica e di impresa (tra i quali il maxiprocesso al petrolchimico ravennate) ed altresì di gravi reati contro la persona, la famiglia ed i minori, assumendo, nel corso degli anni, gli incarichi di coordinatore dei gruppi di specializzazione dedicati alle violenze domestiche ed agli infortuni e malattie professionali. Attuale Segretario del Consiglio Giudiziario presso la Corte d’Appello di Bologna, ha altresì ricoperto l’incarico di componente della Giunta Distrettuale dell’Emilia Romagna dell’Associazione Nazionale Magistrati. Ha svolto docenze nelle scuole di specializzazione ed in Master presso le Università di Padova e Bologna, ed ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni organizzati in ambito distrettuale e nazionale nelle materie elettive del diritto penale del lavoro e dei delitti in ambito familiare e contro i minori.


Avv. Antonio Gammarota

Avvocato cassazionista, dopo la laurea conseguita con lode all'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, dal 1991 esercita la professione forense in vari settori dell'ICT Law ed in particolare del diritto penale delle tecnologie digitali. E' studioso di Informatica forense, nonchè di diritto penale e processuale penale dell'informatica. Presso la Scuola di Giurisprudenza dell'Alma Mater Studiorum, dal 2005 al 2010 è stato docente a contratto di Informatica forense; dal 2010 è docente nel ciclo annuale di seminari su "Profili giuridici e Tecnologici dell'Informatica Forense", accreditato per la formazione degli avvocati, mentre dal 2006 è docente, e dal 2009 è anche responsabile del modulo, di Informatica forense nel "Master Universitario in Diritto delle Nuove Tecnologie e Informatica Giuridica" del CIRSFID. Dal 2013 è docente di Informatica forense sanitaria nel "Master Universitario per amministratore di sistema in diagnostica per immagini e radioterapia", Scuola di medicina e chirurgia dell'Alma Mater Studiorum. Dal 2001 ha tenuto corsi e lezioni di Informatica forense in corsi e Master di diverse Università italiane, per il Consiglio Superiore della Magistratura, per corpi di polizia specializzati in indagini informatiche, per la formazione permanente degli avvocati. E' autore di vari articoli in materia di Informatica forense.

Avv. Antonio Ingroia

Avvocato, giornalista, ex magistrato e politico. Fino al 2012 è stato magistrato della Procura di Palermo dove, nelle vesti di pubblico ministero, ha portato avanti, tra gli altri, importanti processi di rilievo nazionale. È stato candidato premier a capo della lista Rivoluzione Civile alle Elezioni politiche italiane del 2013. Dal 21 febbraio al 9 dicembre 2014 è stato commissario straordinario della provincia di Trapani. È autore di numerosi libri ed editorialista de il Fatto Quotidiano


Array

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisci elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.


Cons. Alfredo Montagna

Magistrato ordinario dal 1977, con esperienze lavorative a Milano, Brescia, Grosseto, Corte di Cassazione e Procura Generale presso la Corte di Cassazione, anche quale componente dell’Ufficio Affari Internazionali della Procura Generale e dell’Ufficio Disciplinare della magistratura ordinaria Si è occupato di decine processi di criminalità organizzata (camorra, mafia, n’drangheta, sacra corona unita), di terrorismo internazionale (PKK, DHKP-C e Al Quaeda), di associazioni a delinquere (P3 e P4), di reati contro la persona (tra cui l’omicidio di Nicola Calipari, di Marco Biagi, di Francesco Fortugno) Magistrato tributario dal 1982, Presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Pistoia, Componente del Consiglio della Giustizia Tributaria, ove presiede la Commissione disciplinare e decadenza. Già professore a contratto presso l’università di Siena dal 2004 al 2009, ha svolto docenze nelle scuole di specializzazione ed in Master presso le Università di Roma, Firenze, Bari, Perugia, Viterbo, Siena. E’ stato componente del Comitato Scientifico del CSM per la formazione professionale dei magistrati, responsabile della formazione dei magistrati della corte di cassazione, della attuazione del diritto dell’unione europea presso la corte di cassazione e la procura generale della cassazione. Membro del Comitato di redazione della rivista Ambiente e Sviluppo; Autore di più di una voce dell’Enciclopedia giuridica Treccani, ha pubblicato, tra l’altro, “la responsabilità degli enti locali” in AA VV , Cedam, 2007; “il diritto tra la vita e la morte”, FrancoAngeli, Bologna, 2011; “la salute ed il principio di autodeterminazione nel sistema giudiziaria italiano”, FrancoAngeli, Bologna, 2010: Autore di centinaia di articoli sulle riviste: Rivista di Polizia,Aracne, Roma; Diritto penale e processo, Ipsoa, Milano; Cassazione penale, Giuffrè, Milano; Villaggio globale, Bari; Minori giustizia, Giuffrè, Milano; Rivista penale, La Tribuna, Piacenza; Rivista giuridica dell’Ambiente, Giuffrè, Milano; Gazzetta Giuridica; RivistAmbiente, La Tribuna, Piacenza; Alimenta, MIlano; TuttoAmbiente; Ambiente e Sviluppo, Ambiente e Impresa; Archivio delle locazioni, La Tribuna, Piacenza; Quotidiano giuridico, Ipsoa. Responsabile dal 1997 dell’Osservatorio sulle Sezioni Unite penali in diritto penale e processo, Ipsoa, ed ora anche dell’Osservatorio sui contrasti nella giurisprudenza di legittimità.


Prof. Andrea Perini

Professore associato di Diritto penale nell'Università di Torino, Dottore commercialista. È docente di diritto penale commerciale e di diritto penale tributario nell’Università di Torino. Svolge attività di consulente tecnico nell'ambito di procedimenti penali in materia economica. È inoltre autore di monografie e di pubblicazioni su riviste specializzate in materia penale e tributaria, nonché relatore in seminari e convegni. Tra le sue pubblicazioni principali: Il delitto di false comunicazioni sociali", pubblicato nella "Collana di studi penalistici" editi dalla CEDAM, Padova, 1999; "Elementi di diritto penale tributario", III edizione riveduta ed ampliata, edito dalla Casa editrice Giappichelli, Torino, 1999; “La tipicità inafferrabile, ovvero elusione fiscale, “abuso del diritto” e norme penali”, in Rivista trimestrale di diritto penale dell'economia, 2012, n. 3, 731 e ss., (c.e. CEDAM, Padova); Voce "Reati tributari", in Digesto delle discipline penalistiche, VI volume di Aggiornamento, 2013, (c.e. UTET, Torino); “La società non necessaria come nuova frontiera dell’elusione fiscale penalmente rilevante?” (nota a Cass., sez. III pen., n. 19100/2013), in Rivista di diritto tributario, n. 4, 2013, parte III, pp. 68 e ss. (c.e. Giuffré, Milano).


Cons. Alessio Scarcella

Magistrato ordinario dal 1993, è attualmente Consigliere della Corte Suprema di Cassazione, assegnato alla Sezione III penale, competente tabellarmente per la trattazione dei reati ambientali. Docente presso le Scuola di Specializzazione per le professioni legali presso le Università degli Studi di Firenze e Siena, è docente nei corsi di formazione organizzati dalla Scuola Superiore della Magistratura nelle tematiche dell’ambiente e della disciplina in materia di prevenzione infortuni. Tra le sue pubblicazioni: Le armi e gli esplosivi nella legislazione vigente: esposizione coordinata e sistematica dei principali testi di legge in materia, di Cantagalli – Baglione – Scarcella, Laurus Robuffo, 2002; L’autorizzazione integrata ambientale: il nuovo sistema unitario di prevenzione e controllo delle fonti inquinanti dell’ambiente - principi, procedure e sistema sanzionatorio, Giuffrè, 2005; Codice dell'ambiente: aggiornato ai decreti correttivi del 2010, Laurus, 2011; Banca dati nazionale del DNA e prelievo di materiale biologico, di Tonini - Felicioni – Scarcella, Ipsoa, 2009; Prelievo del DNA e banca dati nazionale: il processo penale tra accertamento del fatto e cooperazione internazionale (Legge 30 giugno 2009, n. 85), a cura di Scarcella, CEDAM, 2009; La tutela penale del territorio e del paesaggio: condono edilizio ed ambientale, Buzzegoli – Scarcella, Giuffrè, 2009.


Dott. Paolo Scognamiglio

Magistrato presso il Tribunale di Napoli, componente della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli, già docente a contratto presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università di Napoli “Federico II”, della Seconda Università di Napoli e dell’Università di Salerno. Collabora da anni con varie riviste giuridiche. E’ stato più volte relatore nei corsi di formazione per i magistrati organizzati dal Consiglio Superiore della Magistratura e della Scuola della magistratura. Collabora da anni nei corsi per la formazione permanente degli avvocati e con varie riviste giuridiche. Autore di monografie, articoli, note a sentenza, saggi.

Prof. avv. Daniele Vicoli

Professore associato di Diritto processuale penale nell'Università di Bologna, dove insegna Procedura penale e Diritto dell'esecuzione penale. Nel 2002 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in procedura penale. Successivamente è stato assegnista di ricerca. Ricercatore di procedura penale dal 2006, nel 2013 ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di seconda fascia nel settore concorsuale 12/G2. Svolge l'attività professionale di avvocato. Ha partecipato a progetti di ricerca di rilevanza nazionale e internazionale. E' autore di numerose pubblicazioni (tra le quali uno studio monografico sui rapporti tra completezza e limiti cronologici delle indagini e il trattato "Procedura penale dell'esecuzione") nonché di saggi su molteplici istituti del sistema processuale penale.


Milano

Sede di svolgimento: Hotel Michelangelo – via Scarlatti 33

Calendario didattico:

30, 31 ottobre; 6, 7, 13, 14 novembre 2015

Orario lavori:

10.00-13.30 – 14.30-18.00

Roma

Sede di svolgimento: Centro Congressi Cavour, via Cavour 50/A

Calendario didattico:

20, 21, 27, 28 novembre; 11, 12 dicembre 2015

Orario lavori:

10.00-13.30 – 14.30-18.00

La quota di partecipazione è di € 990,00+iva ed include

Accesso alla sala lavori
Materiale didattico in formato digitale scaricabile dal sito
Attestato di partecipazione
Certificato Formazione Continua (per corsi accreditati)

Come per tutti i membri della Comunità Lexenia, utilizzo gratuito del servizio Ricerca Professionisti

SCONTI

Gli sconti vengono calcolati automaticamente dal sistema a partire dalla quota intera di partecipazione e non sono cumulabili.

Il sistema calcola sempre il maggiore sconto applicabile (es: in caso di iscrizione di gruppo con anticipo di 30 giorni, verrà calcolato lo sconto di gruppo).

Iscrizione anticipata

Sconto 10% per iscrizioni e pagamento con almeno 30 giorni di anticipo dalla data di inizio del corso

Iscrizione di gruppo

Sconto 20% da 2 a 4 partecipanti
Sconto 30% da 5 partecipanti

Pacchetto formativo

Per assolvere agli obblighi di formazione continua in modo mirato, Lexenia offre la possibilità di scegliere il percorso più idoneo alle proprie esigenze professionali usufruendo di vantaggiose agevolazioni.

Sconto 20%  Pacchetto master e percorsi di approfondimento per partecipazione ad almeno due master e/o percorsi di approfondimento

Le suddette scontistiche sono subordinate all’iscrizione contestuale ai corsi del pacchetto formativo e ad unico pagamento.

È possibile sostituire uno o più corsi del pacchetto formativo dandone comunicazione alla segreteria Lexenia a mezzo email all’indirizzo formazione@lexenia.it almeno 8 giorni prima dello svolgimento dell’evento che si intende sostituire.

Come beneficiare dello SCONTO PACCHETTO FORMATIVO
Lo sconto non viene calcolato automaticamente dal sistema.

  • Procedere all’iscrizione tramite modulistica on line
  • Inviare una email a formazione@lexenia.it con oggetto RICHIESTA SCONTO PACCHETTO FORMATIVO ed indicando i corsi acquistati e il numero d’ordine ricevuto nella conferma di iscrizione
  • Attendere la conferma d’ordine definitiva con importo debitamente scontato
  • Procedere al pagamento (da effettuarsi soltanto dopo avere ricevuto l’importo definitivamente scontato)

Modalità di iscrizione

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del modulo di iscrizione integralmente compilato unitamente alla ricevuta di avvenuto pagamento. Per effettuare l’iscrizione è possibile seguire la procedura on line oppure inviare il modulo di adesione via fax al numero 178 27 45 583 o via email all’indirizzo formazione@lexenia.it.

ISCRIZIONE ON LINE

Per qualsiasi dubbio sulla PROCEDURA DI ISCRIZIONE ON LINE, TELEFONI AL N. 392 2350234

  • scegliere la SEDE di interesse dal menù a tendina
  • scegliere il NUMERO dei PARTECIPANTI cliccando + oppure
  • cliccare AGGIUNGI ALL’ORDINE
  • cliccare CONCLUSIONE ORDINE
  • compilare con tutti i dati richiesti e CLICCARE in fondo alla pagina INVIARE ORDINE
  • Riceverà una email di CONFERMA D’ORDINE con tutte le informazioni necessarie per effettuare il pagamento

n.b.: il codice promozionale si riferisce a particolari promozioni e deve essere inserito soltanto da chi ne sia in possesso. Tutti gli sconti per iscrizione anticipata e iscrizione di gruppo vengono invece calcolati automaticamente dal sistema.

MODULO CARTACEO

  • Cliccare per scaricare il MODULO CARTACEO ed inviare via fax al numero 178 27 45 583 o via email all’indirizzo formazione@lexenia.it.
  • Riceverà una email di CONFERMA D’ORDINE con tutte le informazioni necessarie per effettuare il pagamento

Il numero dei posti disponibili è limitato e le adesioni sono accolte in ordine cronologico sino ad esaurimento degli stessi. L’eventuale esaurimento dei posti verrà indicato direttamente sulla pagina di ciascun corso.

La conferma o annullamento dell’evento formativo sarà oggetto di comunicazione per email a tutti gli iscritti almeno 7 giorni prima della data fissata per l’inizio del Corso, in relazione alle adesioni pervenute. In caso di annullamento la responsabilità di Lexenia S.r.l. si intende limitata al solo rimborso della quota d’iscrizione versata.

Modalità di pagamento

La quota di partecipazione dovrà essere versata entro 2 giorni lavorativi dall’iscrizione e comunque prima della data di inizio dell’evento formativo tramite bonifico bancario o carta di credito, seguendo le indicazioni fornite a conferma d’ordine. Non sarà in ogni caso consentita la fruizione dell’iniziativa in assenza dell’avvento pagamento. A fronte della ricevuta di pagamento sarà emessa fattura in formato elettronico disponibile alla stampa in ogni momento accedendo alla propria area riservata presente sul sito lexenia.it. L’accesso potrà essere effettuato utilizzando l’email e la password indicate in fase di iscrizione. A richiesta potrà essere fornita fattura in formato PDF tramite invio email.

Diritto di recesso e modalità di disdetta

Eventuali annullamenti delle iscrizioni dovranno esserci comunicati entro 8 giorni antecedenti l’iniziativa a mezzo email all’indirizzo formazione@lexenia.it o via fax al numero 178 2745583 con OGGETTO: ANNULLAMENTO ISCRIZIONE. Qualora la disdetta pervenga oltre il termine sopra indicato verrà trattenuta e/o richiesta l’intera quota di partecipazione ed inviato, successivamente, il materiale didattico.
E’ sempre possibile la sostituzione del nominativo di uno o più iscritti.

Segreteria

Per ciascun corso è previsto il servizio di segreteria con orario di apertura mezz’ora prima dell’inizio dell’evento formativo e a disposizione dei partecipanti per tutta la durata.

Segreteria Lexenia

lunedì – venerdì 9.30-12.30 / 15.00-18.00

Telefono: 392 2350234 / 345 9280441
Fax: 178 27 45 583
E-mail: formazione@lexenia.it

Vuole iscriversi offline? Clicchi e scarichi il modulo